Rangers Corigliano con un lampo di Lombisani espugna Cosenza e ascende in Graduatoria

Cristian Fiorentino

Pesante vittoria per il Rangers Corigliano che sul campo del centro universitario supera di misura il Cus Cosenza. La squadra di mister Pacino, nel quinto scontro diretto consecutivo, infila il settimo successo stagionale allungando a undici le unità di vantaggio sulla fascia calda della classifica. Blitz esterno dei biancoazzurri che conquistano altri tre punti d’oro nel match valevole la ventitreesima giornata generale e settima di ritorno, del gir. A di Prima Categoria. Jonici, ora a quota ventisei in classifica. Tuttavia, con sette turni ancora da disputare, il cammino dei coriglianesi verso il traguardo finale si fa in discesa. Buon vantaggio che va maturando per il R. Corigliano che nei prossimi incontri dovrà essere sapientemente amministrato per chiudere matematicamente la contesa al più presto. Unico neo di giornata l’infortunio a capitan V. Sposato che avrebbe riportato uno stiramento e sul cui recupero se ne saprà di più solo nei prossimi giorni. Spostandoci alla cronaca, al 7’ gli ospiti si fanno minacciosi con Cattaneo su calcio di punizione ma la retroguardia locale storna in angolo. Sul susseguente corner, traversone dello stesso Cattaneo per il tiro di Campana ribattuto, riprende la sfera V. Sposato che sotto porta è impreciso. Il Cus si propone al 10’ con Pugliese ma l’assist non trova compagni di squadra. Al 20’, per i bruzi buona occasione non sfruttata su calcio piazzato di Caruso con palla che tocca il palo e sulla ribattuta Aiello becca l’altro legno. Al 23’, un cross su punizione del solito Cattaneo non viene intercettato dagli avanti jonici. Al 27’ ghiotta chance per i coriglianesi: la difesa casalinga su un errato disimpegno innesca F. Filadoro che a porta vuota sbaglia sfiorando solo il palo. Al 35’, sempre per gli ospiti, ci prova Campana sempre su penalty ma la palla viene allontanata. L’ultima azione della prima frazione è dei padroni di casa con Caruso che, sempre su calcio piazzato, spedisce a lato. Nella ripresa,  al 5’  i locali vanno alla conclusione con Costabile ma la difesa ospite scaccia il pericolo. All’8’, il solito Cattaneo serve Lombisani che di testa manda di poco sopra la traversa. Al 10’, i cosentini replicano con Caruso ma la traiettoria è alta. Al 25’, ci riprova anche Pugliese ma senza effetti. Un minuto dopo, per i coriglianesi, altra vorace occasione per F. Filadoro che incuneatosi in area a tu per tu con l’estremo difensore Amendolara lambisce solo l’incrocio dei pali. Al 32’, il Cus ha la palla per passare ma il tiro di Pugliese supera il portiere Scalise ma non Cattaneo che sulla linea ribatte via. Al 33’, per i bruzi, sugli sviluppi di un corner battuto da Caruso, Mandarino calcia alto.  Al 39’ Rangers Corigliano in vantaggio: azione manovrata sulla destra di Praino che serve la corrente Lombisani che di piede insacca. Succede poco o nulla in seguito e la gara si conclude sull’uno a zero per i biancoazzurri. Jonici che ascendono in graduatoria grazie ad un periodo gagliardo e una condizione prosperante. Nei prossimi giorni, la troupe si ritroverà per preparare la prossima e più difficile partita casalinga contro la vice capolista Mirto Crosia, in programma sabato prossimo 25 marzo.