A.S.D. MARINA DI SCHIAVONEA 1960: vince la Vigor Lamezia con fatica

MARINA DI SCHIAVONEA 1960  0

VIGOR LAMEZIA  1


MARINA DI SCHIAVONEA 1960: Visciglia, Curatelo, Bianco, De Simone, Brandi, De Giacomo Luca (85′ Ritacco), Grispino ( 67′ Schiavelli), Tridico (50′ Filidoro), De Giacomo Giovanni, Faraco, Sarli (54′ Dima) –  All.: Vincenzo Pacino

VIGOR LAMEZIA: Nania, Bubba (72′ Gullo), Cittadino, Milougou, Folino, De Nisi, Corigliano, Procopio, Parrello, Barbuio (51′ Romito), Mercuri (81′ Andricciola) – All.: Claudio Morelli

Arbitro: Tundo Gabriele (Paola) – Assistente 1: Cozza Fabrizio (Paola) – Assistente 2: Fanara Giuseppe (Cosenza)

Marcatore: 27′ pt Barbuio 

Ammoniti: Curatelo (MS), De Simone (MS), Faraco(MS), Bubba (VL), Corigliano (VL)

Espulso: Procopio (VL)

FOTO GALLERY DELLA GARA


Nell’anticipo valevole per la nona giornata di andata del campionato di promozione girone A conquista i 3 punti la Vigor Lamezia contro il Marina di Schiavonea di mister Pacino.

Primi 3 punti della Vigor Lamezia dopo l’avvento di mister Claudio Morelli da 3 settimane alla guida della squadra. Situazione di assoluta emergenza in casa dello Schiavonea costretto a fare a meno di Sposato, Levato e Lavia. Mister Pacino è costretto a schierare una squadra di giovani che solo quest’anno stanno conoscendo il campionato di promozione: 4 giovani classe 2001, 2 classe 2000, 1 classe 1999, praticamente una juniores camuffata con De Simone (’91), Brandi (’96), Faraco (’98) e l’esperto Giovanni De Giacomo (’86).

Parte bene la Vigor Lamezia mostrando le qualità tecniche che la confermano come aspirante alla vittoria finale del campionato. A sprazzi buoni fraseggi, personalità e tranquillità nella parte bassa ma in difficoltà quando si tratta di liberare l’uomo per concretizzare in rete, sfruttando qualche qualità personale di qualcuno.

Ci riesce al 27′ del pt con Barbuio (in foto) al suo quarto centro quest’anno; dal limite dell’area tiro di Milougou che colpisce la traversa, si avventa sulla palla Corigliano che rimette al centro per l’accorrente Barbuio che insacca.

Tanti i dubbi sulla posizione di Corigliano al momento del traversone con l’arbitro con un braccio alzato prima ancora che partisse il traversone e il secondo assistente che restava fermo anche dopo la segnatura per poi dirigersi verso il centro del campo dopo la convalida del direttore di gara.

Prova a replicare lo Schiavonea ma dopo due minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

Un secondo tempo tutto dello Schiavonea che con i “ragazzini terribili” mette alle corde la più blasonata compagine biancoverde a tratti incapace di ripartire. Il sontuoso centrale di difesa Folino evita ai suoi compagni guai grossi intervenendo d’autorità a difesa del vantaggio. Tante le occasioni per raddrizzare il risultato capitate allo Schiavonea: al 50′ Curatelo di poco alto, al 67′ Giovanni De Giacomo centralmente impegna il portiere, all’85’ lo stesso portiere Nania compie la classica parata della domenica su tiro ravvicinato di Schiavelli e quasi a tempo scaduto Brandi di pochissimo alto sulla traversa a portiere fuori causa. Di contro il portiere Visciglia dello Schiavonea non ha dovuto far altro che incitare i suoi senza nessun tipo di intervento.

Uno Schiavonea che paga la fisicità maggiore degli avversari ma che esce a testa alta dal confronto, magari a ranghi completi si sarebbe visto altro.

La Vigor Lamezia vista nell’occasione probabile che ancora debba assimilare quanto il nuovo mister vorrebbe, giovandosi per ora sulle qualità di alcuni singoli (su tutti Corigliano). 

Franco Sangiovanni

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial