A.S.D. CATAFORIO: otto reti, Regalbuto al tappeto

SERIE B GIRONE H, 11^GIORNATA

 CATAFORIO-REGALBUTO 8-4

 

Marcatori: 4’53”pt An. Labate (C), 8’57”pt aut. Durante (R), 9’29”pt Manno (R), 13’41”pt Durante (C), 14’20”pt Atkinson (C), 16’07”pt Martino (C), 17’11”pt Capuano (R), 1’38”st Laganà (C), 2’50”st Atkinson (C), 5’10”st aut. Martino (C), 10’31”st Giriolo (C), 12’29”st An. Labate (C).

 

CATAFORIO: Parisi, Durante, Laganà, Giriolo, Atkinson, An. Labate, Scopelliti, Martino, Paviglianiti, Campolo, Al. Labate, Mancuso. All. Praticò.

 

REGALBUTO: Beltran, Nimo, Campagna, Chiavetta, Capuano, L’Episcopo, Furno, Manno, Ar. Fichera, Bentivegna, Timpanaro, An. Fichera. All. Torrejon.

 

Arbitri: Coviello di Potenza e Aumenta di Sala Consilina. Crono: Saccà di Reggio Calabria.

 

Note: Ammoniti: Giriolo, Beltran, Ar. Fichera. Espulso: 6’14”st Atkinson (C) per somma di ammonizioni. Al 18’38”pt Parisi (C) para un tiro libero a Capuano (R). 


Una prestazione perfetta, condita da grinta e determinazione e dove tutti gli interpreti hanno recitato il proprio ruolo al massimo del potenziale. Il Cataforio si aggiudica a pieni voti “l’esame” Regalbuto, aprendo il 2019 con un pesantissimo successo e con la concomitante chiusura del girone di andata. Partita emozionante, dagli alti ritmi, interpretata ottimamente dai reggini, abili anche a soffrire quando c’è stato bisogno.

 

In riva allo Stretto giungeva la seconda miglior difesa del girone H (al cospetto del secondo migliore attacco) nonché unica squadra a non perdere contro la capolista Melilli. Match dal difficile pronostico alla vigilia che il Cataforio ha il merito di sbloccare con un’eccellente schema su calcio di punizione, con Atkinson che libera Andrea Labate, al primo centro in campionato sul parquet di casa. Durante poco dopo sciupa in contropiede il raddoppio ed è sfortunato al 9′ quando la sua deviazione con il corpo, spiazza Parisi sul tiro di Capuano. Trascorrono pochi istanti e Beltran compie il miracolo in uscita su Atkinson prima di rilanciare con le mani Manno, che sorprende la retroguardia reggina beffando Parisi con un tunnel. Regalbuto in vantaggio a metà del primo tempo, cinico nel capitalizzare le disattenzioni locali. Cataforio che però ha in mente solo i tre punti e Durante si fa “perdonare”, infilando nel sette un terra-aria, sulla battuta laterale di Scopelliti e rimettendo in parità il match. Beltran che aveva anche salvato in precedenza sulla linea il colpo di testa di Giriolo, nonché di piede sul tiro ancora di Durante deviato da Capuano. Il 2-2 mette le ali ai ragazzi di mister Praticò che colpiscono poco più tardi con un piazzato precisissimo di Atkinson che stavolta, non sforna l’assist, ma coglie il bersaglio grosso. Nuovamente in vantaggio i padroni di casa e Martino tira fuori dal cilindro un’autentica perla. Durante compie uno dei suoi innumerevoli anticipi del suo pomeriggio sontuoso, sul tentativo del portiere Beltran che aveva avanzato la sua posizione; pallone che arriva a Martino che con un pallonetto da oltre centrocampo, trova un grandissimo gol. Poker Cataforio e Regalbuto che accorcia sul finale con Capuano, lesto da due passi a realizzare sull’assist di Chiavetta. Siciliani che hanno però la grande occasione per ritrovare la parità, con Capuano che però si fa ipnotizzare da Parisi sul tiro libero conseguente al sesto fallo del Cataforio.

 

Primo tempo che il Cataforio chiude avanti “solo” di un gol, se non ci fossero state alcune disattenzioni difensive, recepite dal gruppo negli spogliatoi, riprova ne sia quando sul parquet la formazione locale mette la freccia e si porta sul massimo vantaggio. Occasione in avvio per la Sicurlube con Capuano che viene fermato dalla smanacciata di Parisi, un pò come Beltran che alza sopra la traversa la transizione di Durante. Laganà è un tarantolato, imprendibile e sempre pronto ad ispirare la manovra dei suoi e dopo l’assist dalla rimessa laterale di Giriolo, può liberare il proprio mancino che porta i suoi sul 5-3. Parisi sale in cattedra e ferma Chiavetta, mentre Capuano fa sibilare il suo destro fuori non di molto. Poi è Chiavetta che deve lasciare anzitempo il match per un fallo subito da Atkinson (ammonito nella circostanza), certamente tra i più positivi dei suoi. Lo stesso Atkinson poco dopo impegna in angolo Beltran sulla battuta del quale, sull’asse Laganà-Atkinson, arriva il punto del 6-3, con la doppietta del brasiliano. Reggini padroni del campo e Regalbuto che prova a riaprire la partita e lo fa al 5′ con il tiro di Campagna che trova ancora una deviazione  sfortunata di un difensore reggino, nell’occasione Martino, che spiazza Parisi. Regalbuto prova a crederci, intensifica le azioni e chiama al doppio intervento in chiusura Scopelliti, con Durante che in contropiede sciupa incredibilmente. C’è da soffrire ancora una volta per il quintetto di casa, con l’espulsione (secondo giallo molto discutibile per simulazione) di Atkinson. Seppure con l’uomo in meno, il Cataforio regge ottimamente l’urto e Durante chiude ogni varco. Locali che sono in trance agonistica: Giriolo per due volte va vicino al gol nella stessa azione, sparando sul fondo sulla ribattuta del suo stesso tiro parato da Beltran, ma poi riesce a superarlo dopo l’assist di Durante, su perfetta transizione. Biancorossi ora con il portiere di movimento, Cataforio che non corre pericoli ed anzi con Andrea Labate arrotonda ancora di più il punteggio. Il suo lob, di destro, da dentro la propria area di rigore, manda il pallone ad insaccarsi nella porta sguarnita. Non succede di fatto più nulla, con Regalbuto che attacca ma che non impensierisce Parisi. Con questa vittoria per il Cataforio viene rafforzato il terzo posto, a +4 dal Regalbuto quarto ed a +8 dal Mascalucia sesto. Girone di andata sontuoso, condito dai dati di secondo migliore attacco e seconda miglior difesa, oltre ad aver perso solo una gara; di meglio ha fatto solo Melilli, imbattuto. 

 

A fine gara mister Praticò riesce a trovare a stento le parole per elogiare i suoi ragazzi: “Questa è la vittoria di tutti. Ci siamo allenati veramente bene nelle feste natalizie, ritrovando non solo la nostra forza ma anche la brillantezza che ci era mancata nelle ultime uscite. I ragazzi sono stati formidabili, difendendo bene, reagendo, segnando su palla inattiva e su transizione. Ognuno di loro ha messo al servizio della squadra le proprie caratteristiche ed una menzione particolare la devo ad Aldo Durante che probabilmente ha giocato la sua migliore partita sotto la mia gestione al Cataforio. Non vogliamo fermarci assolutamente. Vogliamo anzi proseguire il nostro cammino, con obiettivi ben chiari e siamo adesso attesi da un’altra tappa importante contro la Mabbonath; sfida tosta che andremo a giocarci con la giusta mentalità e serenità. Il nostro potere offensivo? È dall’inizio dell’anno che siamo primo o secondo migliore attacco. La nostra squadra anche non vincendo ha sempre creato tantissimo; questi 8 gol in casa, specie contro una formazione molto ben organizzata come Regalbuto, confermano ciò che il campo sta dicendo già da parecchi turni”. 

 

Fabrizio Cantarella – Add. Stampa Asd Cataforio

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial