A.S.D. CASSANO SYBARIS: il pari contro l’Aprigliano portano le dimissioni di mister Lucera

CASSANO SYBARIS 1 – APRIGLIANO 1


CASSANO SYBARIS: La Banca V., Roland, Bomparola, Serra Cassano (85’ Bosco), Francese, Catapano, Cirelli, Graziadio (49’ Yaya), Buongiorno, La Banca S., Golia (61’ Perciaccante) – All. Giancarlo Lucera

APRIGLIANO: Marra, Spadafora, Perrin(76’ Gaccione), Esposito (49’ Tarantino), Agha, Orsino, Perrone, Canonaco (57’ Caligiuri), Morabito, Greco (82’Biaou), Reda – All. Roberto Barberio

Marcatori: 4’ Perrone (A), 29’ Buongiorno (CS)

Arbitro: Antonio Eboli (sez. Paola)

Assistenti: Andrea Achille Pallone (sez. Cosenza), Vittorio Beltrano (sez. Cosenza)

Ammoniti: 20’ Golia (CS), 29’ Reda (A), 65’ Bomparola (CS), 69’ Catapano (CS), 71’ Orsino (A), 85’ Perciaccante (CS)

Recupero: PT 2’, ST 4’

TUTTE LE FOTO DELLA GARA


Partita tesa, troppo importante per entrambe le formazioni. La posta in palio poteva e doveva essere intesa come svolta per continuare la corsa la salvezza. Entrambe le formazioni nelle sabbie mobili della zona retrocessione, a meno 9 gare dal termine la rincorsa diventa sempre più difficile.

Porta un punto a casa l’Aprigliano, in media inglese sarebbe positivo, lo è ancor di più se lo si confronta per come è maturato. Un punto in casa di una diretta concorrente equivale a qualcosina in più, facendo restare invariata la distanza e guardando con fiducia nel futuro prossimo.

Sfuma per i cassanesi l’occasione per tenersi agganciata al primo posto utile per la salvezza diretta, una vittoria sarebbe stata un toccasana per classifica e morale.

Al 4’ parte bene l’Aprigliano, cinico nello sfruttare la prima occasione utile per segnare la rete del vantaggio con Perrone che sfrutta una indecisione della retroguardia locale e mette la palla alle spalle di La Banca.

Classica doccia fredda per le ambizioni della squadra di mister Lucera. Reazione immediata, spesso però dettata più per disperazione che per convinzione. Ci provano prima Stefano La Banca e successivamente Golia ma al 29’ riesce a riequilibrare tutto l’attaccante Domenico Buongiorno lesto a sfruttare in area una occasione creata dal duo Cirelli-La Banca.

La cronaca potrebbe anche fermarsi a questi due episodi. Squadre senza idee che badano soprattutto a non prenderle. L’Aprigliano non concede nulla spazzando la palla il più lontano possibile dalla propria area, compito che ben eseguono Orsino e Agha. Per il resto della gara la squadra cassanese tenta in tutti i modi di centrare il bersaglio con timide azioni che non sfociano in un nulla di fatto. Troppo poco, veramente troppo poco quello visto in campo. Se determinazione doveva esserci per i locali, probabile che l’entità della stessa non era per nulla decisiva e determinante. Ne ha giovato l’Aprigliano protagonista di una gara “tutta_difesa” dove i soli Morabito e Perri hanno tentato qualche giocata.

Tempi tristi e bui per entrambe, nessuna delle contendenti ne esce bene, se la salvezza deve essere raggiunta non sono queste le armi da sfruttare.

A fine gara, demoralizzato e nel tentativo di dare una scossa all’ambiente, arriva la notizia delle dimissioni del tecnico Lucera che nelle prossime ore ha annunciato di rendere pubbliche le proprie motivazioni.

Franco Sangiovanni

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial