A.S.D. CASSANO SYBARIS: tonica vittoria contro il Real Sant’Agata

FCD REAL SANT’AGATA 1 – ASD CASSANO SYBARIS 2


FCD REAL SANT’AGATA: Marsico, Bruno, Ostroie (46′ Diouf), Petrassi (65′ Simon), Ceesay (58′ Campolongo), Cosentino, Orsino, Sagula, Galeano, Esposito, Liparoti – All. Vincenzo Cataldi

ASD CASSANO SYBARIS: Abatematteo, Pedico, Graziadio C., Cinciaruso, Ferraro, Bria, Perrone, Perri, Serra Cassano (90′ Graziadio M.), Marano, D’Amore (64′ De Luca) – All. Mimmo Galeano

Arbitro: Gerardo AVOLIO (sez. Rossano)

Assistenti: Agostino ASPIRANTE (sez. Rossano) – Francesco MANCUSO (sez. Cosenza)

Marcatori: 16′ Orsino (autorete), 52′ Perrone (CS), 70′ Orsino (RSA)

Ammoniti: Marsico (RSA), Cosentino (RSA), Pedico (CS), Bria (CS), Perrone (CS), Perri (CS), Marano (CS)

Recupero: PT 2′ – ST 6′

TUTTE LE FOTO DELLA GARA


Punti importanti quelli conquistati dal Cassano Sybaris del presidente Varca. Alla luce del tempo avuto a disposizione per una sommaria preparazione atletica, la conquista dell’intera  posta in palio ha un valore particolare che consente di guardare al futuro con ritrovato ottimismo.

Prima ancora della contesa sportiva, la società del Cassano Sybaris, previa autorizzazione dal Comitato Regionale Calabria, ha voluto dedicare un minuto di silenzio al compianto Mario Fasanella, presidente negli anni ’80/’90 quando il sodalizio biancoazzurro sfiorò il professionismo. Presenti sul rettangolo di gioco i figli Giuseppe, Eugenio e Fabio, commossi per il gesto.

Superato il momento dedicato al presidente Fasanella, forse quello più ricordato nel tempo dagli sportivi cassanesi, le due squadre, agli ordini del direttore Avolio, hanno dato vita a una gara che, per diversi aspetti, aveva particolare importanza per entrambe.

Il Real Sant’Agata, con alla guida l’allenatore in seconda Cataldi in sostituzione dello squalificato Vaccaro, puntava al successo pieno per dare continuità al risultato di una settimana prima espugnando il campo della Nuova Rogliano.

Di contro il Cassano Sybaris, dopo il deludente pareggio interno con il San Fili, aveva fame di punti. Una squadra creata in poco meno di 10 giorni con l’inserimento del centrocampista Natale Cianciaruso, scuola Udinese, tesserato solo venerdì scorso, ultimo giorno utile, proveniente dal Policoro.

Parte bene la squadra ospite che logicamente aspetta gli avversari, conscia della propria condizione atletica. Al 16′, su calcio di punizione di Andrea Marano diretta sulla testa di Ferraro, nel tentativo di liberare, Lello Orsino mette la palla nella propria rete.

Timida reazione del Real Sant’Agata, tentativi di azioni di gioco appena accennati una delle quali, al 30′, porta Orsino a concludere con palla che va di pochissimo fuori. Ci prova più volte l’attaccante Galiano ma anche per lui giornata nera. Il Cassano punta ad azioni di rimessa affidandosi a Perri, Perrone e Marano che mettono spesso in difficoltà i rispettivi avversari. Prima della conclusione della prima parte, intervento provvidenziale di Abatematteo che mette in angolo una palla scagliata da fuori area da Esposito, unica vera occasione per pareggiare la gara.

Nel secondo tempo mister Cataldi inserisce prima Simon e poi Campolongo per cercare la via del goal, ma al 52′ arriva il raddoppio del Cassano ad opera di Perrone su perfetto assist ancora di Andrea Marano.

Inevitabilmente arriva anche il calo fisico degli ospiti, complice anche una calura vicina ai 32°. L’uomo migliore del Real Sant’Agata, Lello Orsino, spazia per tutto il campo passando dalla fascia destra a quella di sinistra. In una azione, su traversone in area, complice una errata lettura della traiettoria del pallone, la palla giunge proprio allo stesso Orsino che scaraventa in rete. Spinti dalla paventata possibilità di pareggiare la gara, il Real Sant’Agata si butta in avanti e quasi riesce nel suo intendo se non avesse trovato sulla sua strada il portiere Abatematteo autore di una prodezza su conclusione di testasi Simon. Proprio quando tutti pensavano alla rete del pareggio, ci pensava il portiere ospite Abatematteo a ricacciare in gola l’urlo di gioia dei tifosi smanacciando una palla vista da tutti già in rete, che carambolava lungo la linea senza che entrasse, con il primo assistente in perfetta posizione per segnalare all’arbitro che la palla non avesse varcato la linea di porta. Molto sportivamente, sulle proteste dei propri compagni, proprio Orsino li tranquillizzava (sempre suo il cross per la testa di Simon) garantendo che la palla fosse rimasta regolarmente in gioco.

In sostanza con questo episodio termina la gara, dopo ben 6 minuti di recupero.

Il Real Sant’Agata forse ha pensato troppo facilmente di poter appropriarsi dei  3 punti, puntando solo sulla condizione atletica con qualche accenno di gioco sicuramente rivedibile per qualità e sostanza.

Per il Cassano Sybaris oggi in campo qualità ed esperienza l’hanno fatta da padrone. Mister Galeano, consapevole dei limiti dei suoi uomini, ha impostato la gara sull’attesa potendo comunque contare su uomini capaci di risolvere la gara in qualsiasi momento. 

 

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial