Scherma Club Corigliano: a La Spezia brilla a metà, Madeo in ascesa

Ultima uscita cronologica in pedana minata dagli infortuni per la Scherma Club Corigliano. Al palazzetto di La Spezia, nella prima prova nazionale under 14 specialità Fioretto–Joy Of Moving, risultati altalenati per gli schermidori juniores dell’istruttrice Emanuela Bruno e del maestro Ignazio Consoli, destabilizzati da qualche guaio fisico di troppo. Nonostante l’infortunio, però, Alessandro Madeo, nella categoria ragazzi, si conferma miglior atleta del club jonico vincendo tutti gli assalti della fase a gironi.  Madeo rappresenta un vero e proprio talento in ascesa essendo, secondo le statistiche, da ben tre anni l’unico atleta calabrese ad essere imbattuto nella propria categoria. Per la cronaca, supera agevolmente i turni successivi ad eliminazione diretta fino ad un passo dagli ottavi di finale. Non ha mollato neanche dopo il parere medico onorando competizione e avversario fino alla fine. A fine concorso si classifica nella top venti nazionale (diciannovesimo nella classifica finale) risultando primo tra gli atleti del sud Italia e superato soltanto dal collega siracusano. L’avversario jesino Ettore Bruni impostosi su Madeo, nella prima sfida del tabellone ad eliminazione diretta, ha incrociato l’altro atleta coriglianese Emanuele Cerbella. Prestazione non eccezionale per Cerbella che chiudendo presto la propria gara resta a disposizione dei propri compagni dimostrando feeling di squadra (centoundicesimo nella classifica finale). Manuel Campana, invece, parte bene nella fase a gironi dove si impone in quasi tutti gli assalti comprovando applicazione e allenamento e collocandosi nella parte alta del tabellone. Nel primo match diretto, invece, bene nei primi due set ma poi perde di misura contro il veneziano Giraldo piazzandosi nella parte media della graduatoria (sessantaseiesimo nella classifica finale). Nella divisione Giovanissimi under 13 Francesco Campise, causa un forte dolore intercostale, al primo assalto deve ritirarsi per decisione del medico di gara. Il compagno Giuseppe Sammarro, invece, si aggiudica il primo assalto ma in seguito la concentrazione lascia spazio al nervosismo, originato da alcune scelte arbitrali, andando fuori alla diretta. Sammarro, nonostante tutto, si piazza in una posizione di classifica che non gli appartiene detenendo ottimi margini di miglioramento. Dopo la pausa delle festività natalizie, le attività e soprattutto la preparazione proseguiranno spedita per la Scherma Club Corigliano in vista dei prossimi appuntamenti. In calendario a febbraio, a Lamezia, in palio ci saranno i titoli regionali e con tutti gli atleti coriglianesi attesi in pedana da protagonisti. Spedizione ligure che con gli oltre mille atleti presenti, arrivati da tutta la penisola, testimonia il trend in netta ascesa del movimento schermistico nazionale: da sempre fucina del medagliere olimpico italiano.      

Cristian Fiorentino

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial