A.C.D. MORRONE: ottima prova ma contro la Reggiomediterranea solo un pari

REGGIOMEDITERRANEA 0 – MORRONE 0


REGGIOMEDITERRANEA (4-3-3): Marino; Foti, Cucinotti, Taverniti, Furci; Sapone (15’ st Postorino), Ancione, Verduci; Criniti, Lancia (33’ st Piemontese), Saba (27’ st Nicolò). A disp.: Lo Faro, Iacono, Gambi, Cento, Pitasi, Currò. All.: Misiti

MORRONE (4-3-3): Risoli; Novello (5’ st Azzinnaro), Bruno, Bacilieri, D’Acri; Casella, Cardamone, Misuri; Mazzei, Trombino (47’ st Pansera), Gueye (34’ st Ferraro). All.: Bance, Granata, Barbieri, Colosimo, Leta, Aiello. All.: Stranges

ARBITRO: Graziano di Rossano

NOTE: Spettatori circa 300. Espulso al 45’ st Bacilieri (M) per gioco scorretto; Ammoniti: Cucinotti (R), Bruno (M), Trombino (M), Cardamone (M); Angoli: 6-6; Recupero: 2’ pt – 6’ st


Il fatto che la Morrone non abbia vinto in casa della Reggiomed è, purtroppo per i granata, un semplice (grande) dettaglio. Al cospetto di una delle formazioni più quotate dell’Eccellenza è stata offerta una delle migliori prestazioni stagionali a cui è mancato solo il gol. Sotto porta, infatti, Trombino e compagni hanno peccato di cinismo e pagato il prezzo dell’inesperienza. Lo 0-0 finale replica il pareggio dell’andata, un’altra gara dall’epilogo bugiardo.

LE SCELTE DEL TECNICO. Stranges torna al 4-3-3 posizionando Gueye e Mazzei ai lati di Trombino. A centrocampo Cardamone in regia, Casella e Misuri interni. Davanti a Risoli, invece, torna la coppia BacilieriBruno. Mesiti risponde con un modulo speculare e piazza Lancia al centro dell’attacco.

MEGLIO LA MORRONE. E’ la Morrone a rompere il ghiaccio al 13’. Un bello scambio di prima porta al tiro Trombino che dalla distanza sfiora l’incrocio dei pali. La risposta dei padroni di casa è una splendida rovesciata di Verduci su azione di calcio d’angolo. Si lotta su ogni pallone e la gara ne guadagna in bellezza. Mazzei sfonda al 20’, taglia il campo e arriva alla conclusione. Marino si distende alla sua destra e neutralizza il pericolo. Poco dopo merita la lode quando da due passi chiude la porta in faccia a Gueye. I granata giocano meglio, trovano di sovente la strada per far male, ma falliscono l’ultimo colpo. Anche Trombino partecipa al festival degli errori spedendo alto da posizione invitante.

RIPRESA COMBATTUTA. Novello nella ripresa paga un contrasto con Criniti e lascia il posto ad Azzinnaro. Il cambio è offensivo secondo la mentalità che Stranges da inizio anno ha cercato di infondere al suo collettivo. Cucinotti ci prova dalla distanza, poi Trombino da due passi fa la barba al palo. Idem Misuri dal limite dell’area a testimoniare un predominio marcato degli ospiti. L’ultima emozione è per la Reggiomed che, in superiorità numerica per un assurdo rosso a Bacilieri e in pressione per tentare il colpo grosso, sbatte su Risoli a margine di una sforbiciata di Postorino.

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial