CASSANO SYBARIS, domata la Rossanese

CASSANO SYBARIS – ROSSANESE 1-0

Cassano Sybaris: Narvaez, Santoro, Cruscomagno, Lanciano, Yaya, Roberti, Ruggeri M., Ruggeri F., Alonso Alvarez (76’ Armentano), D’Amico, Munoz – All. Diego BURGO

Rossanese: Gualtieri, Rizzo, Carrozza, De Simone, Sapia (66’ Romano), Assisi, Casacchia F., Casacchia A., Canaliu (88’ Mauri), Bongiorno, Perfetto (53’ Caruso) – All. Luca ALOISI

Marcatore: 90’+3’ Cruscomagno (CS)

Arbitro: Zappa Matteo (sez. Cosenza)

Assistenti: Correra Luca (sez. Reggio Calabria) – Panetta Marco (sez. Locri)

Ammoniti: Ruggeri F. (CS), Santoro (CS), Munoz (CS), Cruscomagno (CS), Casacchia F. (R)

Recupero: Pt 1’ – St 3’+1’

TUTTE LE FOTO DELLA GARA


Vince ai titoli di coda il Cassano Sybaris targato mister Burgo. Ci ha pensato Mimmo Cruscomagno in pieno recupero (ogni volta che incontra i bizantini lascia la sua firma).

Gara sentita, un derby che ha sempre avuto un fascino particolare e anche oggi le premesse sono state rispettate. All’9’ l’attaccante cassanese Alonso Alvarez Conclude di poco alto sulla porta difesa da Gualtieri. Al 14’ lo stesso attaccante non inquadra la porta con un diagonale che finisce a lato. Al 21’ non concretizza una buona occasione Sapia che, su assist di Bongiorno, spara alto. Al 32’ potrebbe passare il Cassano con D’Amico che, dopo una serpentina tra le file della difesa ospite. Un primo tempo giocato a viso aperto, senza tatticismi particolari con entrambe le squadre proiettate a cercare la rete. Potrebbe passare la Rossanese al 53’ della ripresa quando Buongiorno, dalla linea di fondo, mette un pallone al centro area che viene deviato verso la porta da Canaliu, salva tutto l’under Lanciano con Narvaez ormai battuto. Al 57’ l’azione più bella della gara: scambio palla a terra tra Alonso Alvarez e D’Amico che serve l’accorrente Mauro Ruggeri che impegna severamente Gualtieri costretto a respingere di pugni la violenta conclusione.  E quando tutto era orientato verso l’ICS, al 48’ su azione di calcio d’angolo battuto D’amico spunta la testa di Cruscomagno che approfitta di un regalo da parte della difesa ospite e segna la rete della vittoria per la gioia dei tifosi.

 

Dopo 3 vittorie consecutive, la Rossanese deve chinare il capo. Squadra apparsa in difficoltà a centrocampo, forse un po’ leggerino e sempre in ritardo sulle seconde palle. Raramente i bizantini hanno giostrato sulla mediana cercando quasi sempre il solito lancio filtrante per il forte attaccante Bongiorno (oggi il migliore dei suoi) lasciato solo a battagliare tra Roberti e Yaya. Le assenze pesano, i vari Sifonetti, Catalano, Marano (per ora solo 13’ in rossoblù causa un infortunio), Diaco hanno un peso specifico non da poco. Buona la prestazione dei giovani schierati che chiaramente hanno bisogno di maturare esperienza.

Festa grande per gli azzurri di mister Burgo (7 punti in 3 partite) che si attestano in buona posizione di classifica con occhio vigile alla zona playoff. Nelle ultime 8 gare ben 17 punti frutto di 5 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta. Per infortunio restano in tribuna i fratelli Cristian (2002) e Mattia (2003) Graziadio. Difesa con un monumentale Yaya (ormai uno tra i più forti centrali in circolazione) e con Roberti oggi più attento che mai. Un ringiovanito e ritrovato Cruscomagno garantisce copertura sulla sua zona d’azione (oggi a sinistra della difesa) ma spinge come ai bei tempi. L’under Lanciano (2003) ha il merito di aver salvato un gol certo sulla conclusione di Canaliu, Munoz e Franco Ruggeri sono una sicurezza nel recuperare ed impostare. Tanto sacrificio oggi per Santoro (2002) impegnato in un ruolo di sacrificio In attacco il trio D’Amico-Alonso Alvarez-Mauro Ruggeri è capace di far male in qualsiasi momento con l’imprevedibilità e rapida di esecuzione che resta l’arma in più per i biancoazzurri. Tempo ora di ricaricare le pile senza escludere nuovi profili che, a quanto pare, sono già individuati.

 

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial