CASSANO SYBARIS imbrigliato dal REAL FONDO GESU’ KR

CASSANO SYBARIS – REAL FONDO GESU’ KR 0-0


Cassano Sybaris: Narvaez, Graziadio C. (67′ Praino), Savignon Passoni, Lanciano, Karambiri, Santoro (67′ Pirillo), Ruggeri M., Munoz, Alonso Alvarez, D’amico, Armentano – All. Diego Burgo

Real Fondo Gesù KR: Zizza, Macri, Garrubba, Lonetti, Santoro, Filosa (71′ Liperoti), Covelli (82′ Muscatello), Aggiorno, Paparo, Piperissa, Tricoli (67′ Trusciglio) – All. Alfredo Gimigliano

Arbitro: Frangella Carlo Alberto (sez. Paola)

Assistenti: Granata Nicholas (sez. Cosenza) – Di Santo Giuseppe (sez. Cosenza)

Ammoniti: Praino (CS), Zizza (RFG), Macri (RFG), Lonetti (RFG), Muscatello (RFG)

Recupero: Pt 0′ – St 3’+1′


Senza vinti e senza vincitori la gara al “P. Toscano” per l’ambizioso Cassano Sybaris di mister Burgo e per lo speranzoso Real Fondo Gesù di mister Gimigliano. Cronaca a senso unico, o quasi, per la squadra di casa. al 15′ corner battuto da D’amico e conclusione di Santoro che Zizza devia nuovamente in angolo. Al 16′ ci riprova Santoro che di testa, su traversone di Armentano, non inquadra la porta. Al 22′, dopo una palla recuperata, D’Amico tira da fuori area con palla che termina sul palo a portiere battuto, Al 23′ Ruggeri costringe Zizza a  mandare in angolo una conclusione velenosa. Per tutta la restante parte della prima frazione di gioco, palla costantemente gestita (malamente) dai cassanesi con ospiti impegnati a provare qualche ripartenza neutralizzata dai difensori locali. 

Al 47′ ci prova Alonso Alvarez che, da buona posizione, manda a lato. Al 52′ slalom di Ruggeri che mette in area un invitante assist su cui nessuno si avventa. Ci riprova Alonso Alvarez al 58′ che di testa, su angolo di D’Amico, manda alto. Al 65′ spreca D’Amico che, su perfetto taglio di Santoro, si ritrova solissimo davanti a Zizza in una di quelle occasioni che è più difficile sbagliare che segnare. Probabile che l’italo-argentino sia innamorato delle cose impossibili consentendo all’esperto e bravo portiere di neutralizzare la conclusione debole e centrale. Episodio contestato dagli ospiti al 72′ quando l’arbitro Frangella punisce un retropassaggio di Lonetti assegnando un calcio di punizione in area, rigorosamente non sfruttato dal Cassano. Unica occasione per gli ospiti al 76′ capitata sui piedi di Paparo che non riesce a sfruttare una smanacciata di Narvaez su calcio d’angolo, a pochi passi dalla linea di porta mette fuori. Prova il subentrato Pirillo a dare una scossa sulla fascia sinistra, al 78′ salta il diretto avversario e mette in area un invitante pallone senza trovare nessun compagno pronto. Al 87′ ci prova Armentano da fuori con una conclusione che termina a lato. E dopo i 3′ minuti di recupero concessi dal sig. Frangella (oggi alquanto indeciso nella conduzione della gara) tutti  negli spogliatoi, un punto a testa che ringalluzzisce gli ospiti e ridimensiona i piani dei locali.

Un passo indietro per la squadra cassanese, in qualità e determinazione. Sull’economia di gioco pesano non poco le assenze di Cruscomagno e Franco Ruggeri, oltre allo squalificato Ferracci. Qualche solista in più e pochi operai, sebbene nessuno lesini impegno e attaccamento alla maglia. Da evidenziare come il miglior reparto, ad oggi, sia la difesa (15 reti subite, terza del campionato) imbattuta da 6 giornate. Palese la difficoltà degli avanti cassanesi che mettono a segno solo 3 reti nelle stesse ultime sei gare. Vince che mette più palloni in rete giocando di squadra come in altre occasioni è stato fatto. Probabile che qualcuno invece pensi che, tenendo palla, il contatore dei minuti assegni punti in classifica. Urge provvedere.

Il Real Fondo Gesù per i primi 15′ minuti ha dato l’impressione di non meritare l’attuale classifica, mostrando anche buoni fraseggi. Da segnalare le prestazioni di Zizza (in foto) e Piperissa, indiscutibilmente una spanna sui compagni di squadra.