Rangers Corigliano regge quasi un tempo. Vittoria al Rota Greca

di Cristian Fiorentino

Nuova sconfitta per il Rangers Corigliano che nella prima di ritorno, (sedicesima generale) del gir. A di Prima Categoria, cade sul campo del più quotato Rota Greca. La squadra di mister Pacino, nonostante le buone intenzioni, non riesce ad interrompere il digiuno che dura da troppo tempo. L’ultima vittoria dei biancoazzurri, infatti, è datata tre dicembre 2022 e l’ultimo pareggio lo scorso 7 gennaio. Con la nona sconfitta in campionato, la formazione coriglianese resta a quota quattordici punti e sempre con un vantaggio di quattro segmenti sulla zona play-out. Inoltre, il R. Corigliano dovrà recuperare la gara contro l’Atletico San Lucido, il prossimo mercoledì 8 febbraio alle 15 e non giocata il 22 gennaio causa l’impraticabilità del terreno di gioco tirrenico. Quello che, tuttavia, più urge al team jonico è interrompere il trend di risultati negativi non solo per la graduatoria ma soprattutto per il morale del gruppo. Prima dell’incontro osservato un minuto di silenzio per ricordare l’ex presidente Lnd e Figc e attuale presidente della Lnd lombarda Carlo Tavecchio, scomparso nei giorni scorsi. Per la cronaca, gara frizzante fin da subito con i padroni di casa in vantaggio all’8’ con Fardello che a tu per tu con il portiere Scalise non sbaglia. Gli ospiti reagiscono al 20’ con Campana, su punizione, che calcia di poco alto all’incrocio dei pali. Per i locali, ci provano Zicarelli, al 10’, e Iaconetti, al 17’, ma la palla finisce sopra la traversa in entrambi i casi. Al 32’, coriglianesi pericolosi con Coppola ma l’estremo di casa Bellisario storna in angolo. Al 35’ pareggio del Rangers Corigliano grazie ad un forte diagonale di Campana. Dopo due minuti, al 37’, il Rota Greca torna in vantaggio recuperando palla a centrocampo e su contropiede finalizza  Lanzillotta. Al 40’, locali ancora al tiro con Iaconetti ma Scalise respinge. Prima del finale di tempo, per i coriglianesi, conclusione su calcio piazzato di Coppola con la sfera terminata alta. Da sottolineare che Al 21’ pt – così come indicato dalla Lnd in settimana- è stato osservato un minuto di raccoglimento per ricordare le vittime della Shoah ed il luogo da cui partirono i convogli destinati al campo di concentramento di Auschwitz, ossia dal binario 21 della stazione ferroviaria di Milano. Nella ripresa, al 3’ la compagine rotese triplica con Fardello. La reazione dei coriglianesi sta in una conclusione di Coppola, deviata in corner, e una di Campana che di testa manda fuori misura. Sull’altro fronte, da registrare un tiro alto, al 7’, di Lanzilotta  e uno di Iaconetti, al 13’, respinto dal portiere Scalise. Un minuto dopo, quarta marcatura per i padroni di casa: assist da angolo di Pace per Zicarelli che insacca a botta sicura. Gara in ghiaccio per il Rota Greca che, amministrando il risultato, tenta ancora la via del gol con i soliti Iaconetti, Lanzilotta e Zicarelli ma senza più realizzazioni. I tentativi di accorciare le distanze per il R. Corigliano passano per i piedi di Algieri, al 30’, del neo entrato Gorgoglione, al 32’, e di Campana, al 37’, ben neutralizzati dalla retroguardia locale. Finisce 4 a 1 per la compagine rotese che inanella altri tre punti, sale a trentadue unità e resta a meno uno dalla zona play-off tallonando la diretta avversaria Kratos Bisignano. I ragazzi del tecnico Pacino, invece, da martedì torneranno alle sedute di allenamento per preparare al meglio un altro arduo impegno che li vedrà opposti sul terreno amico, sabato 4 febbraio alle 15, al forte Malvito.