A.C.D. MORRONE: brutta sconfitta in casa ad opera del Cotronei

MORRONE (4-3-3): Bance; Novello (18′ st Granata), Bacilieri (26′ st De Luca), Bruno, D’Acri (18′ st De Rose); Casella (18′ st Mazzei), Nagore, Misuri; Nicoletti (1′ st Guye), Ferraro, Azzinnaro. A disp.: Risoli, Pansera, Colosimo, De Marco. All.: Stranges

COTRONEI (3-5-2): Otranto Godano; Formichelli Perri, Sirianni; Giglio, Percopo, Arabia (23′ st Lorecchio, 33′ st Cardona), Romano (15′ st Manica), Lombardi; Barillari (45′ st Caterino), Riolo (38′ st Elisii). A disp.: Iozzi, Cardona, Caterino, Loria, La Caria. All.: Trapasso ARBITRO: Boccuzzo di Reggio Calabria

MARCATORI: 25′ st Lombardi (C)

NOTE: Spettatori 150 con rappresentanza ospite

Ammonito: Giglio (C)

Angoli: 4-1

Recupero: 0′ pt – 12′ st


La sconfitta lascia l’amaro in bocca alla Morrone che nel primo tempo ha colto l’incrocio dei pali con una splendida punizione di Azzinnaro. Nella ripresa, poi, ha avuto un paio di occasioni per bucare Otranto Godano ed invece ha incassato il gol nel più classico dei contropiedi. Bravo Lombardi a farsi tutto il campo e gonfiare la rete. Gli assalti dei padroni di casa non hanno sortito gli effetti sperati nemmeno nei 12’ di recupero, concessi dall’arbitro a causa dell’infortunio di Lorecchio. Per lui necessario l’intervento del 118.

LE SCELTE DEI TECNICI

Stranges sceglie il 4-3-3, con Nicoletti al posto di Gueye sulla prima linea. A centrocampo Leta è ancora ko, pertanto Misuri e Casella fungono da interni ai lati di Nagore. Trapasso prepara la partita con un 3-5-2 dove la grande densità nella zona nevralgica del campo gli è servita talvolta a schermare le idee dei granata. Riolo e Barillari compongono il tandem d’attacco, all’esperto capitano Arabia i compiti di impostazione. LA MORRONE AL PALO. Gli ospiti lasciano giocare la Morrone, che però trova mille ostacoli prima dell’area di rigore. Nagore al 13’ ha una doppia occasione. Una sua volée è deviata in corner, azione su cui poi si ritrova nuovamente tra i piedi il pallone del vantaggio. L’esecuzione è tuttavia da dimenticare. E’ degna di applausi, al contrario, quella con cui Azzinnaro centra l’incrocio dal limite dell’area. Balistica perfetta, portiere immobile, dea bendata girata dall’altra parte.

DOCCIA FREDDA

Stranges manda in campo Gueye per smuovere le acque e l’esterno crea subito scompiglio con un’accelerazione sulla sinistra. A seguire Casella pesca Ferraro a centro area, ma il centravanti cincischia e fallisce l’1-0. A trovarlo, allora, sono gli ospiti che su un calcio piazzato dei granata indovinano il contropiede perfetto e con l’unico tiro in porta del pomeriggio strappano tre punti pesantissimi. La Morrone si riversa in attacco, ma i giallorossi si difendono con ordine e forza fisica. L’occasione ce l’ha Gueye servito ottimamente da Mazzei, al rientro dopo l’operazione al ginocchio, ma la sfera termina sui cartelloni. Con essa le speranze di Bacilieri e compagni.

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial