A.S.D. REAL SANT’AGATA: errore nelle sostituzioni, il Comunicato Stampa della società

Praiatortora 1 Real Sant’Agata 2, minuto 66′, il Real Sant’Agata effettua un cambio: esce il numero 9 Crispino (classe 2000) entra il numero 14 Petrassi (classe ’96). Questo l’episodio che deciderà le sorti della gara ribaltando il risultato a favore dei padroni di casa. Per come previsto per la stagione sportiva 2019/2020 riportato nel CU LND-CR Calabria n 2 del 2 luglio 2019 in cui si precisa che le società partecipanti al Campionato Dilettanto di Promozione hanno l’obbligo di schierare due calciatori nati nel 2000 e uno nel 2001. Con la sostituzione già riportata il Real Sant’Agata resta in gara solo con due under che di fatto viola l’obbligo. Un errore da ascrivere all’adrenalina del momento, essere in vantaggio a Praiatortora è motivo d’orgoglio e nella gestione della gara si pensa a come portare a casa i tre punti, preziosi per la classifica e per l’ottima annata. Errore subito percepito sia dai padroni di casa sia dagli ospiti ma ormai troppo tardi per rimediare. Immediatamente a fine gara, consapevoli dell’accaduto, tanto rammarico per mister Vaccaro che ha presentato le proprie dimissioni alla società, respinte con forza e confermando fiducia al proprio mister. Di seguito il Comunicato Stampa del Real Sant’agata.


COMUNICATO STAMPA UFFICIALE
Sant’Agata di Esaro 09 febbraio 2020

«Sbagliando s’impara e dagli errori si riparte: tutti insieme!». Si può racchiudere qui il “pensiero” di tutta la dirigenza della F.C.D. Real Sant’Agata che – all’unisono – respinge con “forza e determinazione” le dimissioni di mister Lucio Vaccaro arrivate nel post-partita della gara col PraiaTortora. In altre parole: «Uniti – senza assolutamente disunirsi – si va avanti!». Questo vuole essere un “monito” ma anche un “appello” e soprattutto la reale motivazione che la Società guidata dal presidente Stefano Quintieri vuole dare a quello che – in sostanza – resta un episodio da gettarsi alle spalle, ma che non per questo deve scalfire una stagione – la prima in “Promozione” del Real Sant’Agata – che «resta da incorniciare!».
Certo, c’è molto amaro in bocca nelle parole di mister Vaccaro che – con grande onestà intellettuale – «si addossa la responsabilità dell’accaduto parlando di mancanza di lucidità».
Ma siccome il calcio è uno sport “di squadra” e non “del singolo”, quando si vince partecipano tutti e – allo stesso modo – si deve fare quando si perde!
Si è “squadra” sempre, non a convenienza! E proprio perché si è “un team”, ci si deve abituare a ragionare da “gruppo coeso”, nella buona quanto nella cattiva sorte.
Ecco perché – senza voler per questo colpevolizzare nessuno – non può essere stato solo il singolo a sbagliare, ma anche gli altri protagonisti che – in campo ed in panchina – non hanno avuto quello scatto di consapevolezza nel dire: «Che stiamo facendo?»
Quando qualcuno – che era sugli spalti e non in campo – si è accorto che la “frittata” era fatta era troppo tardi! Ma non può essere questo errore – pur marchiano – a macchiare l’indelebile stagione del Real Sant’Agata che – fino alla 21esima giornata – ha conquistato 33 punti sul campo. Certo, ne avremo 3 in meno dopo la decisione del Giudice Sportivo, giusta perché si è contravvenuto ad una regola semplice ma che esiste.
E allora quei 3 punti conquistati sul campo – dove si è vinto (vogliamo ricordarlo) – che saranno tolti dalla Giustizia Sportiva devono essere da sprone a “non sbagliare più” in futuro.
Ci sono ancora 9 partite – a cominciare da quella con la blasonata capolista Belvedere di domenica prossima a Roggiano Gravina – nelle quali il Real Sant’Agata può e deve conquistare l’obiettivo stagionale: LA PERMANENZA IN PROMOZIONE!
E questo giocattolo “non si è rotto”, ha subìto solo un incidente di percorso!
Per tali motivazioni, il presidente Stefano Quintieri e l’intera dirigenza della F.C.D. Real Sant’Agata rimandano al mittente le dimissioni di mister Lucio Vaccaro, rinnovandogli la fiducia per quanto di buono ha fatto finora, per il suo attaccamento ai “colori sociali”, per il suo ruolo di “educatore” con dei ragazzi che non possono restare orfani del loro “mentore”, e soprattutto per quello che ha dato al Calcio Santagatese in questi anni!
FORZA MISTER VACCARO, FORZA RAGAZZI… siamo tutti con VOI!
La Società Real Sant’Agata deve andare avanti con TUTTI COLORO che ne stanno avendo a cuore le sorti da ogni punto di vista: NESSUNO ESCLUSO!!!
Mai come questa volta con l’hastag a noi familiare: #VAMOSREAL
F.C.D. REAL SANT’AGATA
il Presidente, il Consiglio Direttivo, la Dirigenza

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial