A.S.D. MARINA DI SCHIAVONEA 1960: capolinea, titolo ad Acri

Si arrende lo Schiavonea del presidente Celi, fine di una storia calcistica di una società che probabilmente paga il brutto momento economico. Una trattativa avviata da circa due settimane, conclusa positivamente in breve tempo. Da una parte lo Schiavonea e dall’altra un gruppo di persone non rassegnate a far sparire il calcio nella città di Acri. Un’estate, in verità, travagliata quella vissuta sinora per gli sportivi di Acri. Da una paventata Serie D non concretizzata per poco con torta già pronta, con l’FC Calcio Acri che consegna la squadra al comune per impossibilità a continuare a questa nuova riciclata realtà.

Eppure qualcosa si poteva fare per salvare l’FC Calcio Acri. I nuovi dirigenti avrebbero più volte chiesto una riunione con il gruppo che gestiva la società, sempre rimandato pericolosamente di giorno in giorno. Da qui l’idea di acquisire un titolo sportivo di promozione e con poche parole, grazie alla disponibilità e generosità del gruppo cedente, Acri sarà rappresentato nel prossimo campionato di Promozione.

La nuova denominazione sarà ASD CITTA’ di ACRI e al momento a dirigere l’orchestra è stato nominato l’esperto Carlo Stumpo come commissario protempore, nei prossimi giorni sarà reso noto l’organigramma societario oltre a quello del prossimo tecnico.

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial