Morrone, va tutto storto. I granata cadono in casa del Roccella (2-0)

Roccella-Morrone 2-0

ROCCELLA (4-3-3): Feltrin; Bova, Sehail, Ir Nasr, Napolitano S.; Gasperini, Barillaro, Certoma; Ruiz, Polimeni, Di Maggio (42’ st Napolitano L.). A disp.: Placanica, Calabrese, Femia. All.: Galati.

MORRONE (4-3-3): Farina; De Rose, Pansera, Bilotta, D’Acri; Barbieri M. (39’ st De Luca), Perrotta (11’ st Cardamone), Raimondo; Nicoletti (30’ st Aiello), Tuoto (7’ st Trombino), Prete. A disp.: Andreoli, Barbieri N., Mandolito, Salerno, Miceli. All.: Infusino.

ARBITRO: Macrina di Reggio Calabria (Graziano e Maddalena di Paola).

MARCATORI: 10’ st Gasperini (R), 29’ st Barillaro (R).

NOTE: Espulso dalla panchina al 22’ st Andreoli (M). Al 40’ st Trombino (M) sbaglia un calcio di rigore. Ammoniti: Di Maggio (R), Pansera (M), Ir Nasr (R). Angoli: 8-2 per la Morrone. Recupero: 1’ pt – 5’ st.


La Morrone cade sul terreno del Roccella, ultimo in classifica, e scivola al terzo posto. Alle spalle del Locri, da oggi promosso aritmeticamente in Serie D, ora c’è la Paolana. Sul gradino più basso del podio, invece, la ReggioMed affianca i granata. Quando alla fine del campionato mancano 5 giornate, la lotta per il secondo posto è più viva che mai, ma il ko di oggi, in una giornata nella quale è girato tutto nel verso sbagliato, rischia di costare caro ai granata.

Mister Infusino non ha a disposizione Misuri e deve rinunciare, almeno dall’inizio, a Cardamone e Trombino non al meglio. In porta c’è Farina e non Andreoli. Il primo squillo del match è comunque della Morrone D’Acri al 20’ calcia una punizione tagliata che però si spegne sui cartelloni pubblicitari. A seguire Pansera mette Raimondo nelle condizioni di battere il pipelet avversario, ma la mezzala spreca in malo modo il possibile vantaggio. La Morrone insiste e Nicoletti cerca di creare scompiglio. Prima tenta direttamente la conclusione trovando una valida opposizione in Feltrin, poi apparecchia la tavola per l’accorrente Perrotta che però calcia sopra la traversa.

Il punteggio non si sblocca e al rientro in campo dagli spogliatoi c’è la beffa. Gasperini al 10’ inventa un eurogol con un tiro a giro che lascia di sasso Farina. Al 22’ Andreoli, dalla panchina, inisce anzitempo sotto la doccia dopo uno scambio acceso di battute con la panchina di casa. La Morrone non c’è ed i padroni di casa trovano il 2-0 con Barillaro: gran gol anche il suo con un bel tiro al volo. Al 40’ l’episodio che potrebbe riaprire la gara, ma Trombino sbaglia un calcio di rigore a conferma di un pomeriggio totalmente negativo