COPPA ITALIA, vince la Morrone contro il Cassano Sybaris

CASSANO SYBARIS – MORRONE 0-1

Cassano Sybaris: Selleslagh, Lanciano, Lopez, Munoz, Karambiri, Savignon, Acosta (66′ Trivisonno), Salinas, Ferracci, Santana, Mastelini (83′ Caldentey) – All. Diego Burgo

Morrone: Pellegrino, Barbieri N., Salerno, Iorio (73′ Carbone), Pansera, Cardamone (82′ Federico), Raimondo, Barbieri M. (60′ Perrotta), Bilotta (46′ Misuri), Nicoletti, Tuoto (79′ La Canna) – All. Giuseppe Verduci

Marcatore: 10′ Nicoletti

Arbitro: Frangella Carlo Alberto (sez. Paola)

Assistenti: Vommaro Gianluca (sez. Paola) – Genovese Antonio (sez. Paola)

Ammoniti: Karambiri (CS), Cardamone (M), Iorio (M), La Canna (M)

Espulso: Lombardi B. (dir CS)

Recupero: PT 2′ – ST 4′

LE FOTO DELLA GARA


Causa indisponibilità del Comunale “P. Toscano” di Cassano per i lavori di rifacimento del terreno di gioco in erba naturale, il Cassano Sybaris di mister Burgo cade di misura sul neutro di Trebisacce contro la Morrone. 

Compagini che si presentano con una rosa di giovani (Cassano età media 21 anni, Morrone età media 20 anni) che hanno dato vita ad una gara vera, sebbene i postumi della preparazione e la calura del periodo abbiano influito su prestazione fisica e lucidità di esecuzione.

Dopo appena 10′ arriva la rete amaranto che sentenzia tutta la gara. Da una rimessa laterale a favore degli ospiti, la palla arriva a Tuoto lesto a rimetterla in area con uno spiovente apparentemente innocuo. Bravo a colpire di testa Nicoletti, incontrastato, che con una traiettoria “a palombella” insacca.

La reazione del Cassano Sybaris non manca, per tutta la prima frazione di gara biancoazzurri a caccia della rete del pari con ospiti nella propria metà campo pronti alle ripartenze, arma colpevolmente non sfruttata.

La seconda parte di gara vede più in palla i biancoazzurri cassanesi, vicinissimi al pari al 50′ con un colpo di testa di Salinas neutralizzato dal portiere Pellegrino. Al 52′ episodio dubbio in area con Ferracci che viene atterrato (vistoso il fallo) con il direttore di gara che lascia proseguire. Al 59′ ghiotta occasione per la Morrone che con un colpo di testa di Tuoto potrebbe raddoppiare, bravo il portiere cassanese Selleslagh a parare. Al 73′ ci prova Karambiri direttamente su punizione con conclusione neutralizzata da Pellegrino. Corre il 75′ quando Ferracci colpisce di testa a botta sicura, reattivo il portiere Pellegrino a smanacciare mandando la sfera sulla traversa e sventare il pericolo. E dopo 4′ di recupero, il sig. Frangella (non proprio al top la direzione) dichiara chiusa la contesa. Risultato che forse premia oltremodo gli ospiti e penalizza un Cassano Sybaris meritevole quantomeno di un pareggio. Pellegrino, portiere della Morrone, in almeno 3 occasioni ha negato la rete a Ferracci e Salinas, escludendo l’episodio dubbio in area amaranto. Si sa’, il calcio vive di espisodi.

Priva dell’allenatore Infusino, sostituito egregiamente da mister Giuseppe Verduci, la “solita” Morrone porta in riva allo Ionio il proprio “credo”. A dimostrazione della validità del progetto del settore giovanile, forse al momento il più soddisfacente in Calabria, gli atleti schierati mostrano qualità personale e di gruppo. Dopo le varie trafile dei settori giovanili, con coraggio e consapevolezza, la società cosentina presenta un gruppo di giovani coesi, intraprendenti e ben amalgamati (si vede che giocano da più tempo insieme). E se il buongiorno si vede dal mattino, non mancheranno soddisfazioni nel campionati di Eccellenza.

Il Cassano Sybaris arriva alla gara forse stanco per la intensa preparazione e con allenamenti congiunti di spessore in 21 giorni (Acri, Rotonda e Napoli United). Con una formazione per 6/11 cambiata rispetto la scorsa stagione, mister Burgo propone un classico 4-4-2 per necessità (contrario al suo 4-2-3-1). E se per i confermati l’ambientamento al calcio dilettantistico calabrese è cosa fatta, per i nuovi italo-argentini serve ancora un po’ di rodaggio. Tutti comunque encomiabili per impegno e determinazione, compito ora del mister far crescere l’intensità e l’applicazione del proprio metodo.

Doveroso ringraziare – il pensiero del presidente Varca – l’amministrazione comunale di Trebisacce per l’ospitalità e disponibilità dello Stadio Comunale G. Amerise. Siamo all’inizio della stagione – continua il massimo dirigente – certamente ci sarebbe piaciuto partire con una vittoria. Non sempre si realizza quanto si vorrebbe, ma siamo soddisfatti. Giovani che onorano la maglia, che seguono il mister, che rispettano la società. Sono tranquillo, fiducioso – conclude – mi consolano i tanti tifosi che hanno seguito la gara che alla fine hanno applaudito e incoraggiato i ragazzi”.

Il DS RanieriSiamo tranquilli, nessun allarmismo, in fondo si tratta della prima gara ufficiale della stagione. Ci sono nuovi elementi, concediamo un po’ di tempo per ambientarsi, con qualche limatura alla rosa saremo protagonisti“.