A.S.D. CASSANO SYBARIS – A.S.D. TREBISACCE: voce ai mister Lucera e Malucchi

CASSANO SYBARIS 1 – TREBISACCE 2


Prima uscita ufficiale del primo gruppo di Coppa Italia Eccellenza Promozione. Per entrambe le squadre un banco di prova importante, per entrambe le domande sulla propria consistenza, per entrambe radicali cambianti in organico. Tante le cose in comune che al “P.Toscano” di Cassano sono state messe “in tavola” per la valutazione anche dei tanti tifosi accorsi sugli spalti (qualcuno parla di 500/600). Raggiunti telefonicamente, ecco le impressioni dei due mister:

Serafino MALUCCHI (ASD Trebisacce): È stata una partita un po’ combattuta. Inizialmente sono partiti meglio loro, noi eravamo carichi di lavoro. Ci stiamo allenando in un campo piccolo, ritrovarti poi in campo grande non è facile adattarsi subito. Dopo lo svantaggio iniziale, la mia squadra ha reagito bene, ha provato sempre a giocare. Siamo una squadra completamente nuova, con i 13 acquisti l’80% della rosa è cambiata, è normale che serve tempo. Oggi i 9/11 erano i calciatori appena arrivati, probabilmente in settimana arriva un altro difensore proprio perché è il reparto che numericamente siamo in pochi. Considerato che siamo in fase di preparazione, ho avuto buone indicazioni, dobbiamo trovare l’amalgama, migliorare la condizione fisica e capire cosa potrebbe ancora servire. Purtroppo non ci alleniamo nella nostra struttura ancora interessata dai lavori di ammodernamento e per il nuovo manto in erba sintetica. Aspettiamo per poterla utilizzare, almeno per allenarci, dal 1° settembre, aspettando poi il collaudo per l’ufficialità della disponibilità per le gare di campionato.

Giancarlo LUCERA (ASD Cassano Sybaris)A parte il risultato, per più di un’ora abbiamo tenuto testa al più quotato Trebisacce. Per quasi un’ora abbiamo tenuto le redini dell’incontro, poi il rigore subito ha cambiato l’inerzia della gara. Il Trebisacce ha un reparto d’attacco che metterebbe in difficoltà tante squadre: Naglieri, Galantucci e Cannitello non hanno bisogno di presentazioni, oltre a Maio e a tutti gli altri. Noi siamo stati bravi a metterli in difficoltà ma l’infortunio a Stefano La Banca ha un po’ frenato la squadra.

Sfruttiamo le partite di Coppa per migliore le condizioni della squadra, sotto tutti i punti di vista atletico tattico, spirito di squadra, a stare in campo, per crescere come squadra

Iniziano a vedersi i risultati della preparazione intesi come intensità e atteggiamento tattico, queste sono gare che servono per crescere sotto tutti i punti di vista. Continueremo a lavorare, mercoledì andremo a Roseto per la seconda gara di Coppa per continuare nel percorso della preparazione, per poi iniziare a pensare al 9 settembre per l’inizio del campionato.

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial