A.S.D. CATAFORIO: vittoria esterna nel secondo turno di Coppa Divisione vittoria

TRAFORO SPADAFORA-ASD CATAFORIO C5 RC 2-3 dts (1-1)

Marcatori: 14’31”pt Cilione (C), 16’51”st Salerno (T), 2’30”sts Cofone (T), 2’55”sts Labate (C), 3’32”sts Cilione (C).

Ancora una partita rocambolesca, ancora un Cataforio che regala un’altalena di emozioni. Nell’infrasettimanale di Coppa Divisione, i ragazzi di mister Praticò trovano un altro successo, eliminando a domicilio il Traforo Spadafora. Anche stavolta, come contro Paola, sono serviti i tempi supplementari per decretare un vincitore. Protagonista indiscusso è capitan Cilione che con la sua doppietta decide di fatto il match. Reggini che si presentavano in formazione molto rimaneggiata, senza Atkinson, Scopelliti, Durante e Modafferi (18 gol realizzati in quattro, sui 25 totali di squadra). Scopelliti ha scontato il turno di squalifica a causa dell’espulsione rimediata ad Agrigento (tornerà quindi disponibile in campionato per la sfida di sabato contro Ispica), mentre per gli altri tre si è trattato di riposo cautelativo, dettato da fastidi muscolari ed influenze stagionali.

Dopo un primo tempo equilibrato, con un’occasione per parte (palo di Cofone e tentativo di Laganà), a poco meno di 6 minuti dalla fine Cilione trova il punto dello 0-1 con un eurogol. Un bolide dalla fascia sinistra direttamente sotto l’incrocio opposto. Nella ripresa i locali vanno anche in inferiorità numerica per via dell’espulsione di Cosentino, a 9’39” dalla fine. Ristabilita la parità numerica, il Traforo opta per il portiere di movimento e trova il pari a 3’09” dal fischio finale. Tutto da rifare.  

Si va quindi ai supplementari dove c’è ancora un’espulsione, stavolta commissionata a Dentini e sempre tra le fila di casa. Parità che permane anche alla fine del primo tempo supplementare e Cataforio che non riesce a sfruttare l’uomo in più. Il Traforo, graziato, completa la rimonta con Cofone alla metà esatta dell’ultima frazione di gioco. Sembra tutto finito? Assolutamente no. Micidiale l’uno-due che porta le firme di Labate (dopo 25”) e di Cilione per il tripudio bianconero finale.

Cataforio che avanza nella competizione, anche grazie ad una super prestazione di Mancuso che ha sostituto tra i pali Parisi, ed al terzo turno ospiterà nuovamente al “PalaMazzetto” una formazione di Serie A. Si tratta del Meta Catania che si è aggiudicato per 8-3 il derby contro Librino, dopo il 6-0 rifilato al Polistena nel primo turno.  

A fine gara, il man of the match Giuseppe Cilione, ha così commentato: “Abbiamo approntato benissimo la partita, impiegando il quinto uomo dall’inizio, ma siamo stati altrettanto bravi in situazione di quattro contro quattro. Ci tengo a sottolineare come questa vittoria dimostri inevitabilmente che al di là delle assenze, anche chi gioca meno si fa trovare pronto e questo fa di noi una grande squadra. Bisogna darci merito perché ci abbiamo creduto anche quando sembravano spacciati. È stato certamente un duro colpo non aver sfruttato le due situazioni di inferiorità numerica dei nostri avversari, per via delle espulsioni, ed addirittura sulla seconda ci hanno anche segnato il gol del 2-1. Sarebbe stato il classico colpo che avrebbe messo ko chiunque, specie nei supplementari, quando le energie mentali e fisiche vengono meno. Non abbiamo invece perso la lucidità e siamo stati abili a pareggiare e vincere. Abbiamo però archiviato già questa vittoria perché la testa è già proiettata a sabato per la sfida contro Ispica, fondamentale per noi per provare a raggiungere alcuni obiettivi prefissati ad inizio stagione. Tornano alla Coppa Divisione, affronteremo il Meta e per quanto difficile per noi, si tratterà comunque di una bella serata di sport”.

Fabrizio Cantarella – Add. Stampa Asd Cataforio –

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial