ACD MORRONE, CONTRO IL REGGIOMED ARRIVA IL TERZO PAREGGIO

MORRONE 1 – REGGIOMEDITERRANEA 1


MORRONE (4-3-3): Andreoli; Barbieri N. (17’ st De Rose), De Luca, Filippo, D’Acri; Iudicelli (17’ st Nicoletti), Cardamone, Vitale; Mazzei, Trombino (30’ Amendola), Azzinnaro. A disp.: Prezioso, Pansera, Salerno, Granata, Pascuzzo, Barbieri M. All.: Infusino
REGGIOMEDITERRANEA (4-3-3): Marino; Lanza, Foti, Cordova, Gutierrez; Dalloro (11’ st Currò), Lopez, Pitasi (42’ st Verduci); Semenzin (33’ Diallo), Padin, Trepat. A disp.: Tomo, Schmidt, Santamaria, Sperando, Maugeri, Saba. All.: Misiti
ARBITRO: Notaro di Lamezia Terme
MARCATORI: 15’ st Piadin (R), 24’st Azzinaro (M, rig.)
NOTE: Ammoniti: Foti (R), Vitale (M), Cardamone (M), Trepat. Angoli: 5-2 per la Morrone. Recupero: 0’ pt – 3’ st


Terzo pareggio consecutivo per la Morrone che rimanda ancora l’appuntamento con la prima vittoria stagionale. Anche questa volta, come nelle precedenti uscite, le occasioni per strappare l’intera posta in palio non sono mancate. La Reggiomediterranea, passata in vantaggio nella ripresa, porta un punto a casa e a sua volta può recriminare per una grande parata di Andreoli alla mezzora della ripresa. I granata, però, non hanno capitalizzato quanto invece sono riusciti a creare nell’arco di tutta la contesa. Gli autori dei gol sono Padin e Azzinnaro, freddo dagli undici metri a spiazzare il portiere Marino.
MODULI A SPECCHIO. Infusino è senza Stranges infortunato, allora posiziona Mazzei largo a destra e affida il ruolo di centravanti a Trombino.
A centrocampo i muscoli di Iudicelli e Vitale servono a dare sostegno all’estro di Cardamone, mentre in difesa non si tocca la coppa De LucaFilippo. Misiti ricorre ad una lunga lista di calciatori argentini e consegna le chiavi della regia a Lopez. Sulla destra corre il biondo Semenzin.
MIRA SBAGLIATA. Il primo tempo ha il marchio della Morrone che per due volte va ad un passo dal vantaggio. Dopo appena 5’ Trombino viene lanciato a rete da Cardamone, ma al momento di gonfiare la rete spara alto da posizione invitante. La chance per battere Marino, Iudicellli se la crea da solo con un break a centrocampo, ma il destro termina tra le braccia del portiere. Dalla parte opposta Trepat si accentra da sinistra e calcia a giro: per poco la palla non trova l’angolino basso.
BOTTA E RISPOSTA. La Reggiomediterranea si scuote nell’intervallo e cerca di dettare i ritmi del gioco una volta rientrati dagli spogliatoi. Pitasi spara alle stelle dopo un ottimo spunto di Semenzin, Padin poi aggira il pipelet della Morrone e sigla l’1-0 sfruttando un lancio lungo. Infusino allora cambia: dentro Nicoletti e D’Acri per Iudicelli e Barbieri. Trombino al 25’ viene steso in area di rigore e Azzinnaro non si lascia ipnotizzare.
Tornato in parità, il match vive due momenti topici: il volo di Andreoli sulla zuccata di Padin (31’) e il piattone di Vitale che si spegne a lato dopo una grande azione sull’asse Azzinnaro-Nicoletti (41’). Termina 1-1 e tutti hanno rimpianti.

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial