Il CASSANO SYBARIS supera un buon DB ROSSOBLU’ CITTA’ DI LUZZI

CASSANO SYBARIS _ DB ROSSOBLU CITTA’ DI LUZZI 4-1

Cassano Sybaris: Narvaez, Savignon Passoni, Cruscomagno, Munoz, Karambiri (81’ Armentano), Roberti, Ruggeri M. (77’ Caldentey), Ruggeri F (86’ Graziadio)., Ferracci (86’ Lanciano), D’Amico, Praino – All. Diego Burgo

DB Rossoblù Città di Luzzi: Pedicone, Mirabelli, Scarnato, Manfredi, Gigliotti (73’ Russo M.), Paciola (51’ Federico), Russo A.,De Chiara, Amendola, Straface, Maio – All. Vittorio Tignanelli

Marcatori: 35’ D’Amico (CS), 57’ Munoz (CS), 62’ Amendola (DB), 76’ Ferracci, 78’ Ferracci (CS)

Arbitro: Platì Gioacchino Maria (sez. Catanzaro)

Assistenti: Pietramale Francesco (sez. Paola) – Renda Gianluca (sez. Lamezia Terme)

Ammoniti: Savignon Passoni (CS), Roberti (CS) Ferracci (CS), Praino (CS), Scarnato (DB), Amendola (DB)

Recupero: Pt 1’ – St 3’

TUTTE LE FOTO DELLA GARA


Vittoria doveva essere e vittoria è stata per giocarsi tutto negli ultimi 180’ di campionato in gare che saranno veri spareggi per accedere alla fase dei playoff. AL “P. Toscano” cade anche la DB Rossoblù Città di Luzzi di mister Tignanelli. Parte bene la squadra di casa con il recuperato Ferracci che al 10’ per poco non sfrutta alla perfezione un traversone di Praino oggi impegnato nell’inedita versione di esterno alto. Lo stesso Ferracci al 13’ per poco non approfitta di un errato retropassaggio. Occasione ghiotta al 14’ per gli ospiti con Amendola su assist di Maio che, solo in area, consente a Narvaez di parare facilmente. Al 17’ la sorte nega la gioia della rete per il Cassano Sybaris. Su angolo battuto da D’Amico, su palla vagante in area, ci provano prima Munoz e poi Cruscomagno le cui conclusioni incocciano prima sul palo e poi sulla traversa. Al 21’ il baby Andrea Russo con un tiro piazzato da fuori area, destinazione nel sette alla sinistra di Narvaez che salva il risultato. Passa il Cassano Sybaris al 35’ con D’Amico che, di potenza, sfrutta a dovere un assist di Ferracci.  Squadre a riposo con il minimo vantaggio a favore dei padroni di casa. Al rientro, al 55’, Feraco, appena entrato in campo, spreca l’occasione del pareggio sparando alto un pallone che, dopo un velo di Amendola, poteva sortire migliore sorte. E per la regola non scritta “chi sbaglia paga”, arriva il raddoppio per la squadra di mister Burgo. Punizione dalla trequarti con i difensori che allontanano di testa, il giovane portiere sbaglia i tempi di uscita e Munoz lo punisce con una palombella di testa. Potrebbe triplicare al 60’ Ferracci che, di testa, manda alto su traversone di Praino. Riapre la gara l’esperto Amendola al 62’ bravo a capitalizzare un pallone d’oro servitogli da Maio. Crede nel recupero della gara la DB Rossoblù che mette apprensione alla difesa locale con un Karambiri oggi un pò in ombra. Ristabilisce le distanze Il Cassano Sybaris al 76’ con Ferracci che si ripete al 78’ grazie all’apporto di Praino che approfitta dell’indecisione della difesa ospite e che offre l’assist che consente all’attaccante di realizzare la sua doppietta personale dopo giorni di apprensione per il ricovero in struttura ospedaliera. Tutta la gioia dell’attaccante con dedica alla mamma in Argentina per il suo compleanno, ammonizione comprensibile per questo ragazzo classe 2000 che sta dimostrando le proprie potenzialità (9 reti in 12 gare).

Il Cassano Sybaris ora ci crede ancora di più anche in virtù del risultato dell’Amantea, seconda in classifica, oggi sconfitta a Cutro. Ora i punti di distacco sono solo 7, l’entusiasmo non manca, la convinzione neanche. Dopo la sosta due le gare che valgono il passaggio alla fase playoff. Dopo la sosta, il 24 aprile, ostica trasferta contro la Rossanese e una settimana dopo arriverà il DGS PraiaTortora, 180’ minuti che sanciranno chi potrà ambire ad aria più fine (Serie D permettendo). Occhio al gioiellino FERRACCI, oggi migliore in campo, e meno male che veniva da una settimana difficile. Traguardo importante anche per i più scaramantici: ben 17 i risultati utili consecutivi.

La DB Rossoblù Città di Luzzi lascia una impressione importante. La liungimiranza della società del presidente Casciaro è evidente, si lavora con i giovani per la prossima stagione, oggi ben sei in campo. Squadra che ha nel gioco il punto forza, trame ben disegnate con il trio Scarnato-Amendola-Maio che dirigono ed aiutano i colleghi più giovani. Non tragga in inganno il risultato, sicuramente meritato, ma frutto anche di mancanza di esperienza di alcuni giovani rossoblù. Questo non cancella la prova, anzi la prestazione ha fatto spiccare interessanti individualità di cui si parlerà nei prossimi anni.